ACIREALE (CT) – A un mese dalla nostra escursione agostana “Tra scogliere e limoneti 2019” siamo lieti di comunicare a soci e simpatizzanti di Etna Free Bike che oggi, lunedì 30 settembre 2019, sono stati consegnati i lavori alla ditta assegnataria per la realizzazione del percorso ciclopedonale ad Acireale sul tracciato della vecchia ferrovia, che attraversa la riserva naturale orientata “La Timpa”, da via Mortara fino alla chiesetta di Santa Maria della Neve.

Già alcune settimane fa l’assessore comunale all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici di Acireale,  Carmelo Maria Grasso, ci aveva comunicato questa novità molto positiva per il territorio di Acireale, per l’escursionismo in generale e per la mobilità alla scoperta del nostro territorio, oltre che per il turismo ecosostenibile.

Si tratta di un percorso lungo circa 3 Km per il quale sono stati appaltati lavori di adeguamento per 600 milioni di euro da realizzare in quattro mesi. Come ben descritto su riservalatimpa.it e da noi verificato in mountainbike lo scorso 24 agosto (vedi foto dell’escursione), il tracciato si presenta perfettamente pianeggiante e procede, in parte incassato fra gli alti muraglioni paraterra in pietra lavica, in parte lungo quattro tunnel e, per lunghi tratti, consente ampie vedute sulla sottostante spianata.

Si possono osservare, a distanza ravvicinata, le particolari rocce che compongono la Timpa, le “opere d’arte” dell’antica ingegneria ferroviaria e, soprattutto, la vegetazione che cresce lungo i suoi fianchi, costituita da essenze della macchia, nonché da tratti di vegetazione boschiva.

69410322_224189671891876_9210375929167175045_n

Un possibile varco a questo percorso prende l’avvio sulla strada provinciale per Riposto, nei pressi della chiesetta di Santa Maria della Neve, dove è visitabile un artistico presepe di origine settecentesca. Il lato a monte si rivolge verso aree collinari terrazzate e quello a mare sovrasta il paesaggio multicolore delle colture e della costa ionica, contemplando i paesaggi delle borgate di Santa Tecla, Stazzo e Pozzillo.

Etna Free Bike, presente oggi alla consegna dei lavori, ha garantito massima disponibilità  all’assessore allo scopo di rendere il tracciato quanto più fruibile è possibile, considerato lo sbocco su due vie, la strada provinciale per Riposto, da un lato, e la via Mortara, dall’altro, abbastanza trafficate. Mobilità sostenibile e cicloturismo troverebbero in questo percorso la piena realizzazione per quella che nulla avrebbe da invidiare per la straordinarieta’  dei luoghi ed i panorami mozzafiato, anche se per pochi chilometri, ad ormai famose ciclabili quali ad esempio, la  “Ciclabile della Riviera dei Fiori” nel Ponente ligure o “La Balconata” di Cervinia, ed a tante altre ciclabili di prestigio sparse nel territorio italiano. Abbiamo dato la disponibilità all’organizzazione di una passeggiata cicloturistica, da tenersi dopo il completamento dei lavori e successiva apertura per la promozione della tratta.

67337215_147769399758294_3908791579209890857_n

Ci auguriamo che al nome al momento indicato come“Aci green way” possa essere aggiunta la denominazione “La Ciclabile della Riviera dei Limoni”. Questo è il primo suggerimento che riteniamo utile dare. Noi di EFB seguiremo gli sviluppi e vi terremo aggiornati sull’andamento dei lavori. (LR)

30 Settembre 2019